Riparto da Aprile

Archiviata la pratica Università e magistrale, posso ritenermi ufficialmente libero e svincolato da qualsiasi conseguimento di titoli.

Finisce FINALMENTE la mia carriera da studente. E pensare che quando avevo 5-6 anni nel bagno di casa confidai a mia madre che massimo avrei finito i 5 anni di superiore. Ora che, oltre a quelli, mi son sorbito anche 5 anni universitari sono veramente stanco.

Inizia la vita vera, quella bella, senza ansie da esame o da voti date da altri. Inizia la lotta al risparmio di soldi e di tempo, inizia il periodo in cui cercherò di darmi una dimensione ancora più indipendente dai miei genitori, in cui progetto il mio futuro, in cui dovrò fare seriamente scelte decisive.

E mi ritrovo a scrivere di Pasqua e nel giorno classico del Pesce d’Aprile, post-pranzo obeso, facendo mente locale.

Comincia la mia avventura nella vita, quella vera, quella che ti cambia i giorni, non quella idealizzata sui libri universitari.

E ricomincio dalle poche certezze che ho: – un lavoro che, in tre anni, mi ha permesso di mettermi da parte un bel gruzzoletto – le mie soft e hard skills – un carattere forte, deciso, solare e comprensivo – una ragazza che amo, e che m’ama, con cui condivido molti pensieri di vita e riflessioni sul mondo importanti – degli amici fantastici – una famiglia che mi idealizza e che forse ha un’idea diversa di come dovrà essere il mio futuro, ma che tutto sommato mi vuole bene e a cui io ne voglio altrettanto e so che vogliono che io sia felice e “sistemato” socialmente.

Ricomincio da Aprile, anzi meglio, ricomincio da me!

 

Intanto domani è Pasquetta ed è un giorno che amo perchè stiamo con i miei amici, a una casa a mare in cui cuciniamo, scherziamo e parliamo di varie cose.

Poi per inizio Maggio conto di farmi due settimane in 2 o 3 città europee. Viaggiare con la mia dolce metà per ispirarci, per rafforzare il nostro essere, per vedere cose nuove e stupirci, per imparare, per metterci alla prova.

Annunci